Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Verona

marted 20 febbraio 2018

Photogallery

gagliardetti ana verona

Sisma Centro Italia - raccolta fondi
Ass. Nazionale Alpini - Sezione di Verona
Pellegrinaggio a Scalorbi - 27 Agosto 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
145° anniversario delle truppe alpine -
8 x 1000 alla solidarietà
1915 - 1918 Centenario della Grande Guerra



 






«1943 Angelo mio... voci e memorie» Lettere dal fronte russo

Angelo Mio Camploy 2014La compagnia Teatrale: "La pocostabile" presenta al Teatro Camploy di Verona Sabato 25 Gennaio alle ore 21:00 e Domenica 26 Gennaio alle ore 16:30 , «1943 Angelo mio... voci e memorie»  Lettere dal fronte russo -  L'attesa delle madri, delle mogli, delle figlie e degli amici è come il morso della fame. Lettere, missive e parole

che nel tempo arrivano, tra il passare delle ore, mentre a casa si aspettano notizie dai propri cari che si trovano al fronte. Un testo, che racconta una delle pagine più drammatiche e tristi del '900 e che ha lasciato ancora una ferita aperta, scritto a quattro mani da Ilaria Peretti e da Silvano Lugoboni, dopo attenti sudi e ricerche su documenti originali. Racconta attraverso le parole, le musiche e i canti la situazione di alcune famiglie venete, che in poco tempo hanno visto partire per mete lontane i propri amati. La narrazione si svolge nell'arco temporale di circa tre mesi, e ha come protagonisti mogli, madri, sorelle, padri e amici, pieni di speranza nel domani, che con fiducia ed ansia aspettano il rientro dei soldati partiti per il fronte russo. Le varie storie quotidiane si incrociano, racconti e ricordi ritornano alla memoria anche se la guerra in corso sembra aver distrutto tutto quello c'era. La disperazione è percepibile non solo negli occhi e nelle parole degli attori in scena, ma anche dalle musiche e dalle immagini proiettate: filmati originali dell'epoca, e dalla voce fuori campo che tiene viva la memoria di quel periodo storico attraverso la lettura delle lettere. leggi la locandina